21 Febbraio 2021

Glamping e meditazione in una tenda mongola a due passi da Torino


A pochi passi da Torino potrai vivere la magica esperienza di dormire in una Yurta, l’antica e tradizionale tenda mongola utilizzata dalle popolazioni nomadi come abitazione. Se ti stai chiedendo dove trovarne una in cui trascorrere il tuo prossimo soggiorno sostenibile, leggi questo articolo!

tenda mongola Torino

Yurte Soul Shelter: un’originale yurta mongola nel bosco

Ci troviamo a Gassino Torinese, a soli 20 minuti dal centro storico del capoluogo piemontese. Qui, tra il bosco sulle colline, si scorge un affascinante glamping, quasi fiabesco direi. Immerse in questo paesaggio incontaminato sorgono due splendide Yurte o Gher, tende originali della Mongolia, in cui potrai pernottare e riconnetterti con la natura. Chantal Valle è la gentilissima proprietaria di Yurte Soul Shelter che, come suggerisce il nome stesso, è un vero e proprio “riparo per l’anima”, un luogo in cui ritrovare l’armonia e la pace con se stessi. Andiamo ora a scoprire meglio nel dettaglio queste tende mongole circondate da un grande giardino.

Yurta Shanti e Yurta Om: le tende mongole di Yurte Soul Shelter 

Come dicevo poco fa, in questo rilassante glamping sulle colline Torinesi vi sono due originali tende mongole: la Yurta Shanty che presenta una terrazza panoramica con vista mozzafiato sulle Alpi Piemontesi e sulla città di Torino e la Yurta Om, immersa nel silenzioso bosco, con un angolo dedicato alla meditazione e ingresso indipendente.

dove dormire in una yurta

Entrambe le tende si presentano con una pianta circolare e soffitto conico e dispongono di bagno privato in legno. Lasciati trasportare dal solo dolce suono del silenzio della natura e concediti un momento di relax assoluto nella doccia jacuzzi. Nella Yurta ti sentirai proiettato in tempi e luoghi lontani e potrai farti raccontare la storia e la simbologia di questo rifugio ameno. 

l’eco sostenibilità della tenda mongola

Dopo questa piccola ma doverosa introduzione, voglio raccontarti gli aspetti eco-sostenibili che troverai soggiornando a Yurta Soul Shelter. Questo luogo mi è piaciuto moltissimo dal primo momento in cui mi sono informata, perciò spero di suscitare in te tanta curiosità e voglia di scoprirlo personalmente. Partiamo col dire che i materiali di costruzione della tenda mongola sono legno, feltro di pecora e tessuti naturali. Questa bioarchitettura esterna è stata portata anche all’interno, soprattutto con la presenza di arredi eco-compatibili.

interno yurta ecosostenibile

Pensa che queste yurte sono riscaldate a legna e utilizzano energia pulita tramite pannelli solari che garantiscono acqua calda. L’elettricità presente deriva al 100% da fonti rinnovabili e la tenda è rigorosamente illuminata a Led e lampade a basso consumo. Tutt’intorno al giardino vi sono inoltre sensori crepuscolari con cellule fotoelettriche per evitare lo spreco di elettricità. Un altro aspetto sostenibile che non posso non citarti è l’utilizzo di detersivi naturali per la pulizia della tenda, l’abolizione del monouso, sia in bagno, sia durante la colazione.

Se ti piacciono gli alloggi in legno, leggi il mio articolo Dormire in una casa sull’albero nelle Marche!

Dormire in una yurta: digital detox e meditazione

Se c’è un aspetto che caratterizza il soggiorno nella tenda mongola di Yurta Soul Shelter è senza dubbio la possibilità di meditare e fare sessioni di yoga o altre discipline olistiche a stretto contatto con la natura. La parola d’ordine qui è infatti “digital detox”: via gli smartphones con le loro notifiche e via i computer! Sulla pagina Facebook che ha creato Chantal potrai scoprire il ricco calendario di eventi, quindi ti consiglio di dare un’occhiata! Non è finita qui: se vuoi regalare alla tua dolce metà un’esperienza indimenticabile, potrai prenotare un idromassaggio nel bosco in una tinozza di legno riscaldata con cromoterapia, o magari un massaggio di coppia olistico con oli caldi naturali.

cosa fare in una yurta

Dormire in una yurta: per chi è consigliata un’esperienza nella tenda mongola di Yurte Soul Shelter?

Di base consiglierei questa vacanza sia alle coppie che alle famiglie. Nel primo caso, come ho appena scritto nel paragrafo precedente, si ha la possibilità di prenotare una fuga romantica fuori dal normale all’insegna del relax. Nel secondo caso invece, le famiglie potranno far conoscere ai loro bambini un luogo decisamente particolare. Yurta Soul Shelter mette a disposizione lettini con sponde e l’accesso alla cucina per preparare pappe e riscaldare biberon.

Dormire una yurta: una giornata tipica nei dintorni di Yurte Soul Shelter 

Dopo una lunga notte trascorsa in tenda si fa mattina, ed è quindi giunto il momento di fare una ricca e sana colazione a base di prodotti biologici. Yurte Soul Shelter sostiene l’economia locale e predilige cibo a Km0. Sgranchisciti le gambe e addentrati nel silenzioso bosco che avvolge questo angolo incontaminato. Qui si possono avvistare molti animali tra cui scoiattoli, volpi, tassi e diverse specie di uccelli. Non perderti l’occasione di fare lunghe passeggiate tra i sentieri collinari o ammirare il crepuscolo dalla terrazza panoramica della Yurta, scattare fotografie da inserire nell’album dei ricordi e sorseggiare the indiano o un buon bicchiere di vino piemontese nell’ampio giardino. Il mio consiglio, se avete un giorno a disposizione, è di visitare Gassino, graziosa cittadina Sabauda a soli 15 km da Torino, ricca di luoghi da vedere ed esperienze da provare.

Info utili su Yurta Soul Shelter

Questo splendido rifugio naturale offre molteplici servizi tra cui un parcheggio privato gratuito, babysitteraggio e organizzazione di feste di compleanno per bambini con animazione. Purtroppo non sono ammessi animali domestici in quanto la tenda mongola non è idonea per ospitarli. Durante il soggiorno a Yurte Soul Shelter è inclusa la prima colazione e Wi-Fi illimitato, occhio però a stare troppo tempo attaccati agli schermi!

Spero tanto che questo articolo ti sia piaciuto e, ancora di più ti abbia ispirato!

Adesso tocca a te! Dimmi un po’… hai mai alloggiato dentro una tenda mongola? Se sì, raccontami in che luogo ti trovavi e condividi la tua esperienza con un commento qui sotto…ti leggo e rispondo personalmente.

Buon viaggio phoenix e al prossimo articolo!


Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 comments on “Glamping e meditazione in una tenda mongola a due passi da Torino”

  1. Non ho mai dormito in una tenda mongola, ma vorrei un sacco farlo!

    Ti permette sicuramente di entrare in contatto con un altro modo di vivere e un'altra cultura.

    Da provare!

Newsletter
Se sapessi il tuo indirizzo, ti spedirei lettere scritte a mano e dipinte con acquerelli e adesivi colorati. Se mi lasci la tua email, prometto di inviarti consigli e spunti utili per viaggiare al ritmo della natura.

Instagram

This error message is only visible to WordPress admins
There has been a problem with your Instagram Feed.

© 2020 Katherine Marotta, Travelling Phoenix. Tutti i diritti riservati | P.Iva 10966880964 | Privacy Policy | Brand & Blog Design Miel Café Design

crossmenuarrow-up-circle